Retrofitting and refurbishment

ENERGIEBUNKER

IBA HAMBURG


ENERGIEBUNKER

IBA HAMBURGarchmarathonIBA HAMBURG
Am Zollhafen 12
D - 20539 Hamburg, Germany
www.iba-hamburg.de
Category:
Retrofitting and refurbishment
Project selected:
ENERGIEBUNKER
Location:
Hamburg, Germany
Year:
2013

Da rifugio a centrale elettrica: la struttura interna di questo bunker di protezione dai raid aerei, che risale al 1942-43 e si trova in una zona popolare del quartiere di Reiherstieg, è stata distrutta da detonazioni controllate dopo la Seconda Guerra Mondiale e l’enorme fabbricato, con pareti in cemento spesse fino a tre metri, è caduto nel dimenticatoio per sessantacinque anni.
Dopo un’ampia riqualificazione, il “Bunker Energetico” funziona oggi come modello per una fornitura di energia intelligente e decentrata: come centrale elettrica fornisce energia e calore al vicino “Quartiere Globale” e ad altri luoghi al suo interno e, come piattaforma di avvistamento, offre panorami dalle Isole dell’Elba al centro di Amburgo. Il caffè e una mostra sulla storia della struttura, realizzata al disopra, lo hanno reso una meta popolare per brevi gite, visitata da circa 60.000 persone solo nel 2013, l’anno della presentazione all’IBA. I moduli fotovoltaici montati sulla facciata a sud e i collettori termici solari sul tetto proclamano a gran voce la nuova destinazione del fabbricato.
L’interno, alto circa ventisette metri e fiancheggiato da colonne, è una sorta di luogo privato, con alcune unità di generazione e stoccaggio dell’energia, compresi vari impianti combinati per energia e riscaldamento e un serbatoio di stoccaggio da 2.000 metri cubi pieno d’acqua. Il “Bunker Energetico” fissa inoltre lo standard per gli impianti di riscaldamento nel mondo. Il suo stato di icona per IBA Hamburg e per le Isole dell’Elba stimola un cambio di prospettiva ad Amburgo e oltre.
Il costo totale del progetto ammonta a circa 27 milioni di euro, di cui circa 11,7 milioni spesi per la tecnologia e l’impianto di riscaldamento (escluso l’impianto a energia solare). Questi fondi sono stati erogati dall’Unione Europea, e circa 3.1 milioni di euro provengono dal FESR (Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale). Anche l’impianto a energia solare è stato finanziato con i fondi dell’Hamburg Climate Protection Concept.


HAVRE 69 HOUSING

AT103

HAVRE 69 HOUSING

AT103archmarathonAT103
Río Tiber 103-PH Col. Cuauhtémoc C.P. 06500 México D.F.
www.at103.net
Category:
Retrofitting and refurbishment
Project selected:
HAVRE 69 HOUSING
Location:
Mexico City
Year:
2013

Havre 69 si trova sul lato sud del Paseo de la Reforma a Colonia Juarez, una delle zone più esclusive di Città del Messico nel primo Novecento, un sobborgo periferico che negli anni ha subito varie trasformazioni. Questo quartiere residenziale privilegiato ha vissuto numerosi cambiamenti: una rivoluzione nei primi anni del ventesimo secolo, due terremoti catastrofici – nel 1957 e nel 1985 – e il blocco degli affitti per oltre 50 anni. Fenomeni che hanno modificato il volto di questa particolare zona della città. I fabbricati lasciati vuoti dopo i terremoti, il cambio di destinazione dei terreni e la sottovalutazione degli stessi sono i problemi principali. Ora le nuove norme che consentono una maggiore densità, un miglioramento dei trasporti pubblici e alcuni programmi di riqualificazione nel Paseo de la Reforma e nel centro città hanno rinnovato la zona. Più di cent’anni fa la vecchia struttura ottocentesca su cui abbiamo lavorato ospitava quattro famiglie altoborghesi. Il nostro progetto ha suddiviso queste case in 12 unità abitative, oltre a uffici e a due unità commerciali: una panetteria e un ristorante economico con menù a prezzo fisso. Il progetto si apre sulla strada, e la fa rientrare mediante strette piazze sui lati, creando un nuovo rapporto tra la città, il quartiere e le vecchie case abbandonate. A differenza di un singolo intervento, Havre 69 si apre al contesto immediato, riqualificando la texture frammentata della zona.


KIYA RYOKAN

YUKO NAGAYAMA & ASSOCIATE

Photos courtesy of Nobutada Omote

KIYA RYOKAN

YUKO NAGAYAMA & ASSOCIATEarchmarathonYUKO NAGAYAMA & ASSOCIATE
2-19-18-5F, Kamiogi, Suginamiku,
Tokyo, Japan 167-0043
www.yukonagayama.co.jp/en
Category:
Retrofitting and refurbishment
Project selected:
KIYA RYOKAN
Location:
Uwajima
Year:
2013

È il progetto per il rinnovo di un vecchio “KIYA RYOKAN,” un albergo fondato nel 1911 a Uwajima, Ehime.
Questa volta, il nuovo sistema è stato adibito a luogo di sosta, secondo lo stile di un ospite al giorno. Nell’intraprendere questo progetto è risultato subito chiaro che la struttura aveva già accumulato storie, ormai radicate nei suoi lunghi trascorsi.
L’obiettivo era pertanto scoprire nuovi “KIYA RYOKAN” ponendo in evidenza l’esistente, ma anche sottolineando un nuovo aspetto della storia rifacendosi alle effettive condizioni, senza aggiungere nulla.
Abbiamo così creato una prospettiva verticale nello spazio interno, dove all’origine la prospettiva era orizzontale.
Sui pavimenti al secondo piano abbiamo sostituito il tatami con una base in resina acrilica semitrasparente, e rimosso un soffitto lasciando a vista la struttura in legno del vecchio tetto.
Una sezione trasversale di 8 metri di altezza offre una nuova prospettiva. Di giorno, la luce penetra attraverso un atrio dalle finestre al secondo piano al pavimento al primo piano. Abbiamo dipinto tutte piastrelle del vecchio bagno di nero inchiostro, tranne una fila.
Sfruttando con cura l’esistente si crea una prospettiva diversa. Di notte, le luci che attraversano la facciata cambiano intensità e colore come un andon (una lampada tradizionale giapponese con diffusore in carta).
“KIYA RYOKAN” mostra volti sempre diversi alla città, e diventa un atto di risposta a Uwajima nel suo insieme.


GUINEUETA MARKET

DANIEL MODÒL


GUINEUETA MARKET

DANIEL MODÒLarchmarathonDANIEL MODÒL
Jordà, 14 2º3ª
08017 Barcelona, Spain
www.danielmodol.com
Category:
Retrofitting and refurbishment
Project selected:
GUINEUETA MARKET
Location:
Barcelona, Spain
Year:
2012

Il progetto mirava a valorizzare la funzione civica dell’edificio inteso come punto di ritrovo locale, creando un’apertura dalle zone di ingresso sulla strada e stabilendo un legame tangibile con gli spazi esterni.
Un ulteriore obiettivo di questo progetto consisteva nel dare uniformità alla struttura del mercato, integrando le strutture sorte nel frattempo attorno all’edificio con l’edificio principale conferendo al tutto un’impronta più significativa. Alle zone d’ingresso è stato riservato maggiore spazio al fine di incrementare il potenziale delle attività commerciali e dell’interazione sociale, anche nei momenti in cui il mercato stesso è chiuso.
Poiché i lavori di costruzione non potevano interferire con l’apertura del mercato, la realizzazione del progetto è avvenuta necessariamente a più riprese. Questa era infatti una condizione imprescindibile ai fini della partecipazione del progetto che ha imposto vincoli temporali e determinato la scelta dei materiali (ad esempio l’uso di pannelli 3×3 in calcestruzzo prefabbricato e materiale plastico ABS che trova normalmente impiego nel settore automobilistico) e dei sistemi di costruzione come ad esempio l’inserimento di cornici in acciaio all’interno della nuova struttura.
Attorno all’ingresso sono stati creati due nuovi livelli sotterranei intesi ad aumentare la superficie del nuovo supermercato situato nell’attuale livello sotterraneo.


GIUSEPPE GARIBALDI MEMORIAL

PIETRO CARLO PELLEGRINI


GIUSEPPE GARIBALDI MEMORIAL

PIETRO CARLO PELLEGRINIarchmarathonPIETRO CARLO PELLEGRINI
Via di Vicopelago, 3129
55100 Pozzuolo, Lucca, Italy
www.pietrocarlopellegrini.it
Category:
Retrofitting and refurbishment
Project selected:
GIUSEPPE GARIBALDI MEMORIAL
Location:
Caprera, La Maddalena
(Olbia Tempio), Italy

Year:
2010-2012

Il Monumento a Garibaldi è studiato per condurre il visitatore in un viaggio attraverso i luoghi e gli eventi della vita del generale. Pannelli espositivi, vetrine appositamente progettate e installazioni multimediali offrono il racconto di una vita straordinaria.
Il progetto di restauro rispetta la memoria di questo luogo e usa un tocco delicato e leggero: quattro piccole caserme diventano le ali della zona espositiva, fiancheggiate da fabbricati più piccoli che ospitano reception, negozio e servizi pubblici.
I fabbricati mantengono le caratteristiche originali, con l’aggiunta di accurati dettagli contemporanei per rendere più elegante l’intero complesso. Le nuove porte e finestre in metallo riportano il volto del generale serigrafato sul vetro e aiutano i visitatori a seguire il tema principale della mostra.
All’esterno, l’obiettivo è esaltare la bellezza dell’ambiente locale.
Piazza Italia è una zona pubblica scultorea dove la forma stilizzata della penisola crea la pavimentazione di fronte alle sedute rialzate. La piazza è un omaggio simbolico all’Italia, a Garibaldi e al centocinquantesimo anniversario dell’Unificazione. È inoltre un’opera che celebra il futuro, “un segno per non dimenticare.”