ENERGIEBUNKER

IBA HAMBURG


ENERGIEBUNKER

IBA HAMBURGarchmarathonIBA HAMBURG
Am Zollhafen 12
D - 20539 Hamburg, Germany
www.iba-hamburg.de
Category:
Retrofitting and refurbishment
Project selected:
ENERGIEBUNKER
Location:
Hamburg, Germany
Year:
2013

Da rifugio a centrale elettrica: la struttura interna di questo bunker di protezione dai raid aerei, che risale al 1942-43 e si trova in una zona popolare del quartiere di Reiherstieg, è stata distrutta da detonazioni controllate dopo la Seconda Guerra Mondiale e l’enorme fabbricato, con pareti in cemento spesse fino a tre metri, è caduto nel dimenticatoio per sessantacinque anni.
Dopo un’ampia riqualificazione, il “Bunker Energetico” funziona oggi come modello per una fornitura di energia intelligente e decentrata: come centrale elettrica fornisce energia e calore al vicino “Quartiere Globale” e ad altri luoghi al suo interno e, come piattaforma di avvistamento, offre panorami dalle Isole dell’Elba al centro di Amburgo. Il caffè e una mostra sulla storia della struttura, realizzata al disopra, lo hanno reso una meta popolare per brevi gite, visitata da circa 60.000 persone solo nel 2013, l’anno della presentazione all’IBA. I moduli fotovoltaici montati sulla facciata a sud e i collettori termici solari sul tetto proclamano a gran voce la nuova destinazione del fabbricato.
L’interno, alto circa ventisette metri e fiancheggiato da colonne, è una sorta di luogo privato, con alcune unità di generazione e stoccaggio dell’energia, compresi vari impianti combinati per energia e riscaldamento e un serbatoio di stoccaggio da 2.000 metri cubi pieno d’acqua. Il “Bunker Energetico” fissa inoltre lo standard per gli impianti di riscaldamento nel mondo. Il suo stato di icona per IBA Hamburg e per le Isole dell’Elba stimola un cambio di prospettiva ad Amburgo e oltre.
Il costo totale del progetto ammonta a circa 27 milioni di euro, di cui circa 11,7 milioni spesi per la tecnologia e l’impianto di riscaldamento (escluso l’impianto a energia solare). Questi fondi sono stati erogati dall’Unione Europea, e circa 3.1 milioni di euro provengono dal FESR (Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale). Anche l’impianto a energia solare è stato finanziato con i fondi dell’Hamburg Climate Protection Concept.