ESTEL

estel_archmarathon

Il fare d’azienda Estel si identifica nella convergenza tra il mondo domestico e l’efficienza professionale tipica dell’ufficio. Questo è il DNA di Estel: una ricerca che non racchiude il complemento d’arredo in una sola destinazione d’uso, ma apre a trasversalità e naturalezza come princìpi centrali nell’arredo contemporaneo.
Negli anni Trenta, quando Estel nasce come acronimo di Estensibile Stella per volere di Alfredo Stella, l’azienda interpreta la migliore definizione di armadio e contenitore per i bisogni dei nuovi interni delle famiglie italiane. Sono anni di brevetti tutt’ora ineguagliati e di successi commerciali celebri, come l’armadio ad ante scorrevoli Estensibile Stella. Gli anni ’70 vedono la nascita del Progetto Ufficio, con il quale Estel ottiene la leadership nel mercato italiano, insieme alla divisione Contract, che si aggiunge negli anni Novanta.
Estel, nel corso dei suoi quasi 80 anni di storia, ha investito in un territorio che difficilmente ha trovato realtà in grado di interpretare con competenza e rigore nel servizio, tanto il calore e l’unicità di una casa quanto la funzionalità necessaria ai grandi progetti contract. In questa accezione ‘ampia’, si trovano progetti di design senza tempo, che potrebbero essere definiti un classico contemporaneo. Nei reparti di produzione Estel si sperimentano forme, si affinano le soluzioni, si ricercano i materiali più evoluti o più antichi. Passato e presente dialogano senza sosta, tra le passioni e la cura del dettaglio di ciascuna figura coinvolta: tanto la Direzione, nella figura di Alberto Stella, quanto i progettisti, la direzione commerciale, gli artigiani in area produzione.
I progetti Estel portano la firma di alcuni dei maggiori nomi della storia del design internazionale, da Oscar Niemeyer, a Jorge Pensi, Ross Lovegrove, Philippe Norguet, Toshiyuky Kita, Sebastian Bergne, solo per citarne alcuni.

 
ESTEL GROUP S.R.L.
via Santa Rosa, 70
Thiene (VI)
Tel. +39 0445 389611
fax +39 0445 808808
estel@estel.com
www.estel.com